Lavorare

Chi sono le colf e le badanti

Appartieni alla categoria “colf e badanti” se svolgi un'attività che aiuti il funzionamento della vita e della convivenza familiare. Rientri in questa categoria se, ad esempio, assisti anziani e malati, oppure svolgi attività domestiche a domicilio.

Il contratto nazionale

I lavori di badanti e colf sono regolati da un contratto collettivo nazionale. Significa che alcuni importanti diritti del lavoratore come avere le ferie, i giorni di permesso, o il versamento dei contributi sono disciplinati secondo questo contratto e non possono essere ignorati. Leggi il contratto collettivo nazionale sulla disciplina del rapporto di lavoro domestico.

Assunzione di cittadini comunitari

Se sei un cittadino della comunità europea, per essere assunto come colf o badante, dovrai semplicemente iscriverti all'anagrafe del comune. Se non sei ancora iscritto, potrai farlo presentando il contratto di lavoro.

Quali tipi di permessi di soggiorno permettono l'assunzione

I tipi di permesso di soggiorno che ti permettono di avere un contratto di lavoro sono i seguenti:

  • Permesso CE per soggiornanti di lungo periodo (documento elettronico) o vecchia carta di soggiorno (documento cartaceo)

  • Carta di soggiorno per familiare di cittadino europeo (formato cartaceo)

  • Permesso di soggiorno (formato elettronico o cartaceo) per lavoro subordinato (esclusi i Permessi rilasciati con dicitura “art. 27”), lavoro autonomo, studio (con il limite d’impiego a 20 ore settimanali e fermo il limite annuale di 1040 ore), asilo politico,motivi umanitari, famiglia, assistenza minore, integrazione del minore.

Come assumere cittadini extracomunitari

Il tuo datore di lavoro deve comunicare la tua assunzione al Centro per l'Impiego di riferimento, utilizzando il modello Unificato Lav. La comunicazione può essere fatta in tre modi:

  • Usando internet, attraverso il servizio informatico regionale più vicino alla sede di lavoro, inviando la comunicazione informaticamente, utilizzando il modello UniLAV;
  • Utilizzando il modello cartaceo di Comunicazione assunzione, inviandolo con raccomandata A/R al Centro per l'impiego competente che dovrà rilasciare una ricevuta avente data certa di trasmissione (raccomandata A/R);

  • Consegnando a mano il modello al Centro per l'impiego, facendosi rilasciare una ricevuta con la data e l'ora di ricezione (protocollo informativo).

Non c'è bisogno di nessun altra comunicazione agli istituti previdenziali o allo Sportello Unico.

Ventiquattro ore dopo la comunicazione al Centro per l'impiego, l'assunzione va completata scrivendo il contratto di soggiorno utilizzando il Modello Q, e completandolo con i “Codice Stati” e “Codice CCNl”. La stesura del Contratto di soggiorno deve essere effettuata solo se hai un permesso per lavoro subordinato, oppure se sei titolare di un permesso valido per studio, formazione professionale o lavoro stagionale e vuoi convertirlo in uno per lavoro subordinato. Il contratto deve garantire le condizioni previste dal Contratto collettivo colf e badanti.

Successivamente basterà inviare il Modello Q firmato da te e dal datore di lavoro allo Sportello Unico della Prefettura, con raccomandata A/R.

E' molto importante che nel compilare la raccomandata, siano inseriti anche il tuo nome e cognome oltre a quelli del datore di lavoro perché dovrai esibire la ricevuta e una copia del contratto per rinnovare il permesso di soggiorno.

Fonti: Ministero della Sanità - Polizia di Stato

ModelloQ.pdf
Allegati